Questioning Gender

Itinerario coreografico in occasione del simposio finale del progetto europeo PerformingGender – Dance makes differences presso il Bassano del Grappa (VI)
progetto a cura di Elena Sgarbossa, Beatrice Bresolin, Vittoria Caneva, Anna Grigiante, Ilaria Marcolin
con la partecipazione di Simone Baldo, Ilaria Campagnolo, Michela Negro, Cristina Pulga



Come ti relazioni alla parola Gender?
Come ti alleni ad essere apert*?
Cosa ti fa sentire bene?

La performance Questioning Gender propone un itinerario che dia voce ad alcune domande che permettano di dare più spazio ai ripensamenti, alle possibilità del sentire, alle certezze, alle incertezze.
La domanda come metodo di ascolto di sé, del corpo e degli altri.
L’itinerario si manifesta con il tentativo collettivo dell’interrogarsi per stare nel presente, per stare in movimento, per continuare ad incontrare persone, per smuovere la cecità di alcune convinzioni, senza l’affanno di trovare le risposte, ma con la volontà di stare nel processo di rielaborazione del proprio pensiero.

Il pubblico cammina, individualmente ma collettivamente, seguendo percorsi costellati di quesiti e scelte da prendere, nelle quali è invitato ad immergersi insieme alle performer e a lasciarsi guidare, a mano a mano, dalle domande che più risuonano.
Lungo il tragitto i visitatori incontrano alcune delle risposte delle performer, che prendono forma attraverso corpo, voce, danza, sguardo, oggetti.

“Concediamoci insieme del tempo e dello spazio per praticare la possibilità di scoprirci in modo diverso, nella speranza che qualcosa rimanga nell’eco”.